adiprospero.it
Alessandro Di Prospero Storia

IKØ-WPR è una sigla intercontinentale riconosciuta da tutte le Nazioni del Pianeta TERRA.

Le prime due lettere costituiscono il prefisso e cioè la nazione di appartenenza, lo zero sta ad indicare la regione (In questo caso il Lazio); le altre tre lettere stanno ad indicare il titolare responsabile ed il punto esatto della località in cui la stazione trasmittente o il centro operazionale opera.
Il titolare di tale sigla è Alessandro Di Prospero che da lustri or sono opera nell’elettronica e nelle radiocomunicazioni.

Nato a Sezze Romano (LT) il 4.11.1928, all’età di circa 14 anni (Tempo di guerra) iniziava a dedicarsi con passione allo studio e sperimentazione della radiotecnica in genere prima rivolgendo la sua attenzione alle apparecchiature più semplici e a quelle militari trovate in trincee abbandonate, su carri armati od automezzi distrutti nonchè su aerei e poi alle intercettazioni varie compreso anche Radio Londra.

Ancora minorenne, a causa di questa passione o inclinazione, veniva “osservato” ( Periodo post Fascista ) dai Carabinieri del suo paese per le sue attrezzature tecniche che, anche se pur primordiali, per loro erano molto “particolari” e quasi “misteriose”.

Già le sue antenne semplicemente filari sul tetto di casa, costituivano novità, curiosità e interrogativi non solo per le Forze di Polizia ma per tutti.

Stando ai documenti Ufficiali, Alessandro Di Prospero, si può considerare con certezza uno dei pionieri del radiantismo italiano ed in particolare, il primo in assoluto nella giovane provincia di Latina.

A quel tempo, pur non esistendo scuole di “radiotecnica”, egli ricercava con ogni mezzo e sacrificio qualsiasi documento, pubblicazione o materiale peraltro introvabili che potessero riguardare la radio e le sue tecniche nascenti.

I fili elettrici attorcigliati fra loro ed i piccoli isolatori di ceramica, già costituivano buon materiale didattico.

Al suo paese, peraltro agricolo e popoloso, le radio riceventi dei programmi EIAR si potevano contare con le dita di una mano.

I suoi genitori ed in particolare sua madre N.D. Geltrude DEL DUCA, impaurita dalle continue visite della Polizia e di altri “strani signori….di Roma”, contrastava questo suo figlio affinchè cessasse di “giocare” con quelle strane cose anche perchè senza rendimento economico ma soltanto costose e dannose per le numerose tegole rotte sul tetto. Ancor più pericolose perchè potevano costituire intralcio ai suoi “veri” studi letterari classici peraltro impostigli.

Nel 1946 il Ministero delle Poste e delle Telecomunicazioni gli concede autorizzazione provvisoria per la sperimentazione in radio-telecomunicazioni. Nell’anno 1951, viene inserito ufficialmente nell’ELENCO GENERALE DEI RADIANTI ITALIANI autorizzati con la sigla I1DPR e col n.355 ( Primo passo ufficiale internazionale dell’Italia verso i suoi sperimentatori ).

Nell’anno 1955′ il 20 di Ottobre, gli viene rilasciata dallo stesso Ministero la Patente Ufficiale n.1°570 di terza classe esonerandolo da ogni tipo di esame previsto dalla Legge.

Tale storico documento con tanto di fotografia personale, fu scritta a mano dall’Ufficiale Calligrafo del predetto Ministero.

E così dai primi apparecchi degli studi di G. MARCONI passò alle valvole, dalle valvole passò ai transistor, dai transistor ai circuiti integrati e così via fino agli attuali microprocessori nelle loro varie forme.

Con le apparecchiature sperimentali attuali in parte anche autocostruite ( Sua principale passione ) esplora il più ampio spettro di frequenze radio che vanno da 1.5 Khz a 18 Ghz.
adiprospero.it

Dalla sua stazione tutte le specie di comunicazioni via radio sono possibili ( AM-AFSK-SSB-CW-RTTY-SSTV-ATV-TV-FAX-METEO-FAX-PSK31 Digitale- ECHOLINK, ecc. ).

adiprospero.it

adiprospero.it

attualmente fervono le iniziative di collegamenti satellitari uplink e downlink per scopi umanitari nonché le comunicazioni radio nascenti wireless attraverso la rete internet:

adiprospero.it

Ha relazioni continue con altri centri radio di tutto il mondo.

Attualmente ci sono molte donne che si dedicano a questa attività ingegneristica sperimentale ed esistono tra queste anche delle pioniere della radio.

Non mancano visite, riunioni, congressi anche mondiali.

Motivo Marcia Guardia di Finanzaadiprospero.it
Alessandro Di Prospero ( alias SANDRO), nella sua vita, è stato per quasi 40 anni nella Guardia di Finanza ove ha svolto mansioni di Capo Centri Radio Regionali. E’ stato quindi in diverse regioni italiane anche come comandante di Brigata. Ha frequentato scuole accademiche militari NATO per specializzazioni ellettroniche.

A disposizione completa e gratuita delle nuove leve!

C I A O !

…….Come? Come dici? Ma come è posssibile!!

adiprospero.it, trasmettitore …….Non sai ancora che cosa è il CEDICET???

…….alla tua età, la cosa è grave!!

……..fammi il favore, c e r c a l o !