PREMESSA
LO SCHEMA ELETTRICO

I MATERIALI

VALORI DEI COMPONENTI

ALTRO ALIMENTATORE

PREMESSA

Chi si trova materialmente nelle prime realizzazioni di stadi elettronici ha assolutamente bisogno di un alimentatore stabilizzato in tensione e corrente che possa soddisfare in gran parte le sue esigenze. Si prevede che chi si dedica a queste realizzazioni disponga già di un tester per le varie misurazioni, di un adeguato saldatore, dello stagno filare per elettronica tipo 60/40 (significa che su cento parti 60 è stagno puro e 40 è piombo) con anima al centro di disossidante, di accessori vari come bachelite preforata – fili – ed attrezzi vari di lavoro.
L’alimentatore in argomento è di facile realizzazione e fornisce le seguenti tensioni continue stabilizzate: 5 – 6,5 – 9 – 12 e 13,8 Volt DC con una corrente dell’ordine di circa 1 Amper.
E’ un progetto che serve per immeggersi nelle prime esperienze costruttive. Volendo, a questo alimentatore, può applicarsi un strumento di misurazione di tipo Volmetro e se ancora si vuole andare più a fondo, può applicarsi anche lo strumento di misurazione chiamato amperometro ( 1,5 Amper fondo scala).
Come spesa, per l’acquisto dei soli componenti, è molto economico.
E’ abbastanza valido e preciso.
Con questo alimentatore, non dovrete più ricorrere all’acquisto di pile di vario genere anzi, con una opportuna resistenza limitatrice di corrente all’uscita, potrete ricaricaricare qualsiasi pila al nichel cadmio o litio nonché ricaricare batterie al piombo con elettrolita tipo gel (A secco) di piccole dimensioni come quelle adoperate per impianti di sicurezza, etc.
Se poi invece desiderate un Kit completo di tutto, compreso mobile con scritte ed accessori vari, molto superiore a quello che qui si descrive potete richiederlo alla Rivista Nuova Elettronica TF. 0542/641490. Il Kit porta la sigla LX5004, si riferisce alla rivista n.186 e costa euro 54,22 più spese di contrassegno. Se volete evitare le spese di contrassegno rivolgetevi nella Vostra città ai migliori negozi di elettronica ove vendono le scatole di montaggio di Nuova Elettronica. Attenzione! Questa non è pubblicità ma solo ed esclusivamente una informazione tecnica consigliata ai nostri lettori per la serietà della Rivista e per la validità dei suoi prodotti.
L’alimentatore LX5004, oltre alle tensioni soprariportate fornisce anche 9 – 12 – 24 Volt – in corrente alternata e 20 volt in corrente continua. Non dispone, sul pannello frontale, di strumenti di misurazione.
Il nostro progetto invece è più semplice e quindi meno professionale ma ugualmente valido.
Torna su

LO SCHEMA ELETTRICO

Si riporta qui di seguito lo schema elettrico.

Il condensatore che appare sul primario del trasformatore T1 e collegato con un capo verso massa è del tipo ceramico ed ha la capacità, di 10.000 PF tensione di lavoro 450 V.
Torna su

I MATERIALI

Grosso modo ed a titolo conoscitivo ed indicativo sono i seguenti:

Torna su

VALORI DEI COMPONENTI

R1=1.200 Ohm ¼ watt, R2=1.000 Ohm ¼ watt, R3=1.200 Ohm ¼ watt, R4=1.200 ¼ watt, R5=1,2 Ohm ½ watt, R6=1,2 Ohm 1/2watt, R7=220 Ohm ¼ watt, R8=1.800 Ohm ¼ watt, R9=1.800 1/4watt, R10=1.200 Ohm 1/4watt, R11=2.200Ohm 1/4watt, R12=1.200Ohm1/4watt, R13=8.200 ohm 1/4watt, R14=470ohm 1/4watt, R15=1.200 ohm 1/4watt, C1=2.200mF elettrolitico 50 V., C2=10 mF elettrolitico 50 V., C3=220 mF elettrolitico 25 V., C4=100.000 Pf poliestere, DS1=diodo 1n4007, RS1=Ponte raddrizzatore 150 o 200 Volt 1,5 amper, TR1= transistor NPN tipo BC547 ( Questo transistor va adeguatamente protetto con raffreddatore di alluminio calettato.Vedi: Raffreddatori nelle precedenti lezioni), S1=Interruttore di accenzione posto sul primario del trasformatore, S2=commutatore rotante una via cinque posizioni, IC1=Integrato tipo LM317, T1= Trasformatore di alimentazione 45 watt con secondario 0/18 Volt 1,2 Amper.
Torna su

ALTRO ALIMENTATORE

Questo altro tipo di alimentatore è a carattere universale. Per “universale” si intende un alimentatore che disponga delle più comuni tensioni continue maggiormente richieste dal mercato.
E’ molto più economico di quello descritto in questa lezione e, fatto importante, ha le stesse caratteristiche tecniche.
Con questo alimentatore si possono ottenere le seguenti tensioni: Volt 3 – 6 – 7,5 – 9 e 12.
Lo schema elettrico è talmente semplice che non ha bisogno di alcuna spiegazione se avete seguito con attenzione tutte le lezioni di elettrotecnica e di elettronica.

VALORE DEI COMPONENTI

R1=470 ohm 1 watt, C1=10.000 PF ceramico tensione di lavoro 450 Volt, C2= 1.000 Mf elettrolitico 50 Volt, C3=1.000 MF elettrolitico 50 Volt, C4=1.000 MF elettrolitico 50 Volt, RS1=diodo raddrizzatore tipo BY100, DZ1=Diodo Zener da 3 Volt 1 wat, DZ2=Diodo Zener da 6 Volt 1 W, DZ3=Diodo Zener da 7,5 Volt 1 wat, DZ4=Diodo Zener da 9 volt 1 Wat, DZ5 (Non contrassegnato) =Diodo Zener da 12 Volt 1 Wat, TR1= Transistor di potenza tipo AD149 od equivalenti (Attenzione,questo transistor va adeguatamente raffreddato con apposita aletta), T1= Trasformatore di alimentazione della potenza di 45 o 40 w con secondario da 18 Volt 1 amper, S1 = Commutatore rotante una via cinque posizioni.- La rete in entrata sul primario è di 220 Volt AC. 50 Hz.-

Novembre 2005

Fine lezione .